in

Coronavirus, l’Avigan non è una molecola miracolosa: il farmaco può avere effetti collaterali VIDEO

Coronavirus, l’Avigan non è una molecola miracolosa: il farmaco il farmaco può avere effetti collaterali VIDEO
Coronavirus, l’Avigan non è una molecola miracolosa: il farmaco il farmaco può avere effetti collaterali VIDEO

Coronavirus, l’Avigan non è una molecola miracolosa: il farmaco può avere effetti collaterali. È una follia che uno sconosciuto youtuber imponga ad alcuni Presidenti di Regione e all’Agenzia italiana del farmaco di sperimentare l’Avigan, un farmaco datato e potenzialmente pericoloso perché teratogeno e associato a comportamenti depressivi. Ciò è diretta conseguenza dell’anomalia tutta italiana di non riconoscere le catene di comando e subire gli ordini impartiti dall’ottimismo dell’irrazionalità. Per fare un minimo di chiarezza sull’Avigan e sulle prospettive di cura ci siamo rivolti al biotecnologo italiano Marco De Giovanni.

Nel frattempo vi mostriamo di nuovo il video dello youtuber che ha creato non poche discussioni in questi giorni.

 

Adesso, invece, pubblichiamo l’intero video dell’intervista della quale vi riassumiamo i contenuti.

https://www.facebook.com/smartopic/videos/583308628931724

De Giovanni ci spiega che l’Avigan, se comparato ad altri antivirali, è un farmaco che non ha mai mostrato grande efficacia. Di certo ha preoccupanti effetti collaterali e tra questi il fatto che sia teratogeno, cioè che se è assunto da una donna incinta ci siano possibilità di malformazioni nel feto, e che possa incidere sulla psichiatria di una persona perché associato a comportamenti depressivi.

Altro che Avigan: in Giappone le scuole sono chiuse e le misure sono meno restrittive perché minori sono i casi di coronavirus. Di fatto è la prima volta nella storia che l’Associazione italiana del farmaco è stata spinta a furor di popolo ad accettare di sperimentare questo farmaco che si va ad aggiungere agli altri già in sperimentazione. Insomma, è solo un farmaco in più imposto da uno youtuber e De Giovanni ci tiene a sottolineare che lui non lo avrebbe neanche testato, perché non c’è nessuna prova scientifica che questo farmaco possa in qualche modo aiutare e in più si accompagna ad effetti collaterali.

Nella storia delle terapie antivirali solo nel caso dell’Epatite C, o in pochi altri, siamo riusciti a debellare il virus con un farmaco. Il Coronavirus non è cronico, non ci serve un farmaco per cancellarlo dalla faccia della terra. Ora il focus è come alleviare i sintomi e rallentare l’ ospedalizzazione. Per trovare la molecola perfetta ci vuole tempo, ci sono virus che si studiano da anni ed ancora non si sono trovati i vaccini. L’HIV ha fatto spesso gridare al miracolo, e dopo anni ed anni di studi …

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Carlo d’Inghilterra positivo al coronavirus

Carlo d’Inghilterra positivo al coronavirus

Borrelli negativo al tampone

Borrelli salterà la conferenza stampa delle 18, si attende l’esito del tampone