fbpx

Coronavirus, l’anno scolastico è valido, varie ipotesi sul rientro

Rientro tra i banchi, maturità e altro ancora, la ministra Azzolina parla in senato della situazione scolastica e di come verrà affrontata, emergenza permettendo

Coronavirus, l’anno scolastico è valido, varie ipotesi sul rientro È ormai sicuro lo slittamento per il rientro tra i banchi. Di certo non sarà il 6 aprile la data di ritorno degli studenti. Quasi sicuramente prima di maggio gli studenti non torneranno nelle scuole. Ad affermarlo è il ministero dell’istruzione con a capo Lucia Azzolina, che proprio oggi ha chiarito, nel corso dell’informativa in Senato, che il rientro di ragazzi e docenti dovrà avvenire nella “massima sicurezza”. Ovviamente al momento, trovare una data certa per il rientro a scuola è pressoché impossibile. L’emergenza sanitaria non permette di fissare un giorno prestabilito e bisognerà dunque aspettare per la certezza piena.

Due le ipotesi

Secondo quanto riferito da Il Sole 24 ore è prevedibile un rientro nelle aule intorno agli inizi-metà maggio secondo una prima ipotesi. Sempre nel caso in cui l’emergenza sanitaria lo permetta. Cosa che permetterebbe agli studenti di ritrovarsi nelle aule per un mese se non di meno, dato che il giorno di fine scuola per circa 8 milioni di ragazzi è fissato l’8 giugno.

Una seconda ipotesi, più estrema di certo, è quella secondo cui si potrebbe finire l’anno scolastico in smart school e quindi riprendere direttamente a settembre le lezioni, con l’inizio del nuovo anno scolastico. L’ipotesi è estrema e si cercherà di evitarla, sempre emergenza permettendo, per non creare ulteriori disagi a livello familiare per studenti e anche genitori. Inoltre, come già detto nelle settimane precedenti, è arrivata l’ulteriore conferma da parte della stessa Azzolina secondo cui l’anno scolastico sarà valido per tutti gli studenti, quindi il limite orario di assenze non sarà conteggiato.

La maturità con commissari interni

Per quanto riguarda la maturità, la questione sarà anche qui ovviamente legata alla fine dell’emergenza. Più il ritorno a scuola sarà a ridosso degli esami di fine anno e più si prevede che possano essere meno impegnativi. I commissari dell’esame di maturità è ipotizzato possano essere tutti interni, con un presidente esterno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui