fbpx

Coronavirus, in Italia facciamo davvero più tamponi di tutti?

Da settimane il governo italiano ha sempre riferito di come l'Italia sia stata la nazione che ha effettuato più tamponi. È davvero così? Un'indagine effettuata dalla Fondazione Hume dice cose diverse

Coronavirus, in Italia facciamo davvero più tamponi di tutti? Come ormai noto, il focolaio più grande del coronavirus in Europa si è sviluppato in Italia. Dalla fine di febbraio si è iniziato a fare tamponi per verificare chi avesse contratto o meno il virus, anche se le prime direttive da parte dell’Oms consigliavano di farne il meno possibile. Per tutto questo periodo ciò che veniva detto dal governo era che l’Italia fosse tra le prime nazioni per tamponi effettuati. A rivelare il contrario ci ha pensato la Fondazione Hume, che ha svolto un’indagine su 23 paesi, tra i più avanzati al mondo, in merito ai tamponi effettuati.

Per chiarezza, come spiegato anche sul sito della Fondazione, va ammesso che l’Oms fu la prima a consigliare di fare meno tamponi possibili. Il 16 marzo cambiò idea e quindi alcuni paesi si trovarono all’inizio dell’epidemia con direttive completamente differenti. L’unica cosa che avrebbe potuto fare l’Italia era prendersi delle responsabilità in più. Quindi effettuare più tamponi di quanto preventivato dall’Oms inizialmente.

I dati

Quando il governo parla di “più tamponi effettuati” in realtà non ammette il falso, almeno fino a ieri, quando la Germania ci ha superato per tamponi effettuati ogni 1.000 abitanti. In ogni caso, il dato è distorto dal tempo effettivamente passato dall’inizio dell’epidemia in ogni paese. Siccome l’Italia è stato il primo paese ad affrontare l’epidemia, dopo la Cina, è risultato che tra i paesi del G20 fossimo i primi per tamponi effettuati.

Ciò che invece rivela il report della Fondazione Hume è che in merito ai tamponi effettuati a parità di “anzianità epidemica”, l’Italia è davanti a sole altre 4 nazioni su 23. Il dato quindi è aggiustato in modo corretto. Non tutte le nazioni in questo momento hanno dovuto effettuare tanti tamponi quanti quelli effettuati in Italia. La classifica che ne esce vede sul podio Estonia, Israele e Norvegia. A parità di tempo passato dall’inizio dell’epidemia quindi, sappiamo che l’Estonia ha effettuato circa 8 volte i tamponi effettuati in Italia. Dietro di noi comunque presenti anche Olanda, Regno Unito, Svezia e Francia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui