in

Coronavirus, il virus si è evoluto: ora i ceppi sono tre

Coronavirus, il virus si è evoluto: ora i ceppi sono tre
Coronavirus, il virus si è evoluto: ora i ceppi sono tre

Coronavirus, il virus si è evoluto: ora i ceppi sono tre. L’Università di Cambridge ha pubblicato sul Proceedings of national academy of sciences uno studio che testimonierebbe l’evoluzione compiuta dal virus nel corso di questi mesi. Stando a quanto è possibile apprendere dalla pubblicazione, il virus, come spesso accade, si sarebbe sviluppato e propagato in tutto il mondo grazie ad un’evoluzione del ceppo originario. L’Università inglese sarebbe arrivata a tale conclusione studiando, tramite il metodo della filogenetica, i progressi fatti dal Sars Covid-2.

Alla base di questo studio ci sarebbero 160 genomi diversi ottenuti da pazienti infetti e raccolti nel periodo compreso fra dicembre 2019 e marzo 2020. I risultati hanno fatto emergere come il virus si sia evoluto e si sia distinto in tre ceppi diversi: A, B e C. Il ceppo A, naturalmente, sarebbe quello originario, quello riconducibili ai pipistrelli; il ceppo B, invece, sarebbe quello che avrebbe messo in ginocchio Wuhan; mentre il ceppo C sarebbe quello sviluppatosi in Italia, Germania e in tutti i paesi europei. Come è logico aspettarsi, ogni evoluzione del virus si sarebbe originata dal ceppo precedente che, non trovando condizioni favorevoli per lo sviluppo, è progredito.

Sarebbe anche a causa di questa veloce e repentina evoluzione del virus che non si riuscirebbe ad identificare una procedura comune per combatterlo. Lo studio di Cambridge ha comunque ribadito come il virus sia arrivato in Italia grazie ad un paziente infetto arrivato dalla Germania.

What do you think?

Written by Federico Mossolino

Sono nato a Roma e sono diplomato a liceo classico "Aristofane".

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
MES, Conte: "La mia posizione sul MES non è mai cambiata"

MES, Conte: “La mia posizione sul MES non è mai cambiata”

Zoom prova a riemergere ma sbaglia ancora: assunto l'ex capo della sicurezza di Facebook

Zoom prova a riemergere ma sbaglia ancora: assunto l’ex capo della sicurezza di Facebook