in

Coronavirus, il punto sull’estero

Coronavirus, il punto sull'estero
Coronavirus, il punto sull'estero

Coronavirus, il punto sull’estero. In Italia i dati che arrivano dal bollettino della protezione civile di ieri mostrano un rialzo dei casi di contagio. Quello che si può evincere, o perlomeno ipotizzare, è che il numero dei tamponi effettuati è più alto rispetto al giorno precedente e quindi anche il numero dei contagi risulta essere maggiore. Il numero di contagi totali nel mondo invece si appresterà presto a superare i 500 mila, quando ieri eravamo intorno ai 450 mila.

Europa

Secondo quanto riferito dall’OMS Europa i segnali che arrivano, almeno dall’Italia, sono abbastanza incoraggianti. Il numero totale di contagiati nel vecchio continente arriva a più di 250 mila. Il peggio non è di certo passato, sono ancora tante le situazioni di emergenza, sia in Italia ma anche in Spagna e Regno Unito. Proprio in Spagna la situazione è in piena emergenza. Solo gli ultimi casi nella penisola iberica parlano di 10 mila contagi in più in 24 ore e oltre 4mila morti totali. Anche in Germania crescono velocemente i contagi. I nuovi positivi al coronavirus sono circa 6 mila per un totale di 43646 casi. Inoltre sempre secondo quanto riportato dalla Hopkins University, il numero dei morti rimane comunque limitato, sono infatti 239 i deceduti.

Nel Regno Unito, dopo il cambio di strategia di contenimento da parte del premier britannico Boris Johnson, i casi continuano a crescere inesorabilmente. Il numero totale di contagiati è di 11.658, mentre i deceduti sono 578. Secondo quanto riferito da Ansa, le aspettative della sanità britannica non sono del tutto rosee, anzi. Si teme uno “tsunami di ricoveri“. Nella giornata di ieri alla Bbc Chris Hopson, numero uno di Nhs Providers, associazione che rappresenta i manager del sistema sanitario inglese, ha dichiarato che:  “C’è un’esplosione della domanda per pazienti gravi” e le previsioni parlano di altre “ondate dopo ondate”.

Negli USA

Arriva un triste primato per gli Stati Uniti che superano Cina e Italia per numero di contagiati, arrivando ad un totale di 81.488 casi secondo quanto riferito da New York Times. Il numero dei decessi sale a 1178 in tutto il paese. Secondo il sindaco di New York Bill de Blasio, il numero di contagiati nella grande mela arriverà a toccare 4 milioni di persone prima che il virus faccia interamente il suo corso.

Queste alcune sue parole riportate da Ansa:“È plausibile ed è molto preoccupante, ma dobbiamo iniziare a dire la verità”. Intanto a Miami scatta il coprifuoco dalle ore 22 alle 5 della mattina, si potrà uscire solo in caso di assoluta emergenza, per motivi lavorativi o per fare uscire il cane, entro e non oltre i 100 metri dalla propria abitazione. Arrivano anche notizie secondo cui nella Louisiana e a New Orleans la situazione dei contagi sia la peggiore in tutti gli Stati Uniti, con un trend molto simile a quello di Spagna e Italia.

Nel frattempo arriva un tweet del presidente Trump: “Ho appena concluso un’ottima conversazione con il presidente Xi della Cina. Discusso in dettaglio il CoronaVirus che sta devastando gran parte del nostro Pianeta”.

Asia

Secondo il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), nella Corea del Sud il numero di contagi registrato nell’ultimo giorno (+94) è in lieve calo rispetto al giorno prima (+104). Arriva così a 9332 il numero dei contagi e 139 quello dei decessi. Fanno sapere che, per quanto riguarda i casi di ritorno, sarà vietato l’imbarco a persone con più di 37,5 gradi di temperatura corporea e inoltre, per persone in arrivo da Europa e USA, è previsto la quarantena obbligatoria.

Anche nelle Filippine la situazione non è delle migliori. Tre ospedali di Manila sono al collasso, e non potranno più ricevere pazienti. Risulta quindi inverosimile il dato sui decessi, 38 sono infatti le morti secondo i dati ufficiali e 2000 i test effettuati, un po’ pochi per cercare di capire la diffusione del coronavirus.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Roma, il Gazometro si illumina col tricolore e diventa simbolo della lotta al virus

Roma, il Gazometro si illumina col tricolore e diventa simbolo della lotta al virus

Facebook e Google: minori entrate per 44 miliardi di dollari dalle pubblicità

Facebook e Google: minori entrate per 44 miliardi di dollari dalle pubblicità