fbpx

Coronavirus, il bollettino del 30 marzo: è record di guarigioni, ma i decessi salgono

Il consueto bollettino della Protezione Civile porta notizie buone e meno buone: insieme al record di guariti c'è la risalita dei decessi

Coronavirus, il bollettino del 30 marzo: è record di guarigioni, ma i decessi salgono. La Protezione Civile ha rilasciato il quotidiano bollettino sull’epidemia da Coronavirus in Italia. I dati che emergono sono agrodolci per gli italiani: da una parte il record di guarigioni (+1590 nelle ultime 24 ore), dall’altra la risalita dei decessi (+812 rispetto a ieri). I caso totali diventano 101.739 dall’inizio dell’epidemia mentre, al momento, risultano positive 75.528 persone, 1648 casi più di ieri; 43.752 sono isolamento domiciliare mentre i rimanenti sono ricoverati presso le strutture ospedaliere.

Le regioni più colpite dalla pandemia rimangono Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Marche e Piemonte. Sale anche il numero dei tamponi effettuati, che arriva a 477.359. Sale anche il numero dei medici morti per Coronavirus: alla già drammatica lista vanno aggiunte altre due persone: Guida Riva, di Bergamo, e Valter Tarantini, di Forlì. Il totale dei medici deceduti arriva a 63, nel frattempo l’Istituto Superiore di Sanità dichiara che i sanitari contagiati sono 8358, ben 595 in più rispetto a ieri.

Coronavirus, 15 medici polacchi atterrati in Italia: prenderanno servizio a Brescia

Nella giornata di oggi sono atterrati 15 operatori sanitari polacchi pronti a prendere servizio a Brescia, uno dei centri nevralgici del virus. “Ringraziamo gli amici polacchi per questo bel gesto di solidarietà. Dziękujemy!”: questo il ringraziamento della Farnesina tramite un tweet.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui