fbpx

Coronavirus: Ferrari deluso dall’UE, lascia il CER

Da estremo sostenitore dall'UE a profondamente deluso, al punto di lasciare la carica conquistata da qualche mese: Mauro Ferrari si dimette da presidente del CER

Coronavirus: Ferrari deluso dall’UE, lascia il CER. Il Consiglio Europeo per la Ricerca (CER) perde il suo Presidente: Mauro Ferrari si dimette ufficialmente. “Sono estremamente deluso dalla risposta europea“, afferma al Finalcial Times. CEO del Houston Methodist Research Institute, il professore Ferrari era stato nominato presidente del CER circa un anno fa, a maggio 2019, con incarico effettivo dal 1° gennaio di quest’anno.

Ad oggi, il dichiarato “onore” di Ferrari si trasforma, dunque, in delusione in poco più di 4 mesi. “Sono arrivato come un fervente sostenitore dell’UE, ma la crisi di COVID-19 ha completamente cambiato il mio punto di vista, nonostante continui a sostenere gli ideali di collaborazione internazionale“, spiega Ferrari.

Assenza di coordinamento delle politiche sanitarie, perpetua opposizione per le iniziative di sostegno finanziario, chiusure unilaterali delle frontiere. Queste le motivazioni che hanno spinto Mauro Ferrari ad abbandonare la nave scientifica europea. Probabilmente la goccia che ha fatto traboccare il vaso è l’assenza di risposta positiva alla proposta di creare un programma speciale anti-Coronavirus del prof Ferrari. Sarà questa una campana rilevante nella posizione dell’Italia nell’EU?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui