fbpx

Coronavirus, ecco le possibili cure per sconfiggere la pandemia

Mentre il mondo conta le vittime, gli scienziati cercano la cura per il Coronavirus: ecco le proposte per le possibili cure in sviluppo per sconfiggere la pandemia

Coronavirus, ecco le possibili cure per sconfiggere la pandemia. La lotta contro il Coronavirus è ancora in atto, con il virus che, ad oggi, ha mietuto circa 166 mila vittime in tutto il mondo. Ora gran parte del globo è in lockdown e l’efficacia del virus rilevato per la prima volta a Wuhan sta iniziando a rallentare, ma guai a rimanere cauti. Pensare ad un vaccino efficace prima di un anno è impossibile, quindi i ricercatori sono a lavoro per riproporre terapie usate in passato e crearne di nuove per cercare di frenare la pandemia. Anche delle terapie con effetti moderati ma positivi potrebbero avere una rilevanza fondamentale nella diminuzione del numero dei decessi. Gli ospedali di tutto il mondo sperano mentre continuano a combattere il nemico invisibile in prima linea.

Farmaci, cure, test di anticorpi e tecnologie scova-virus sono la preoccupazione principale di studiosi ed esperti, che puntano ad evitare la seconda ondata di Covid-19. Più di 70 vaccini sono attualmente in sviluppo in tutto il pianeta e 5 di loro sono già nel corso dei test preliminari su cittadini volontari.

Antivirali, anticorpi e vaccini: ecco le possibili cure per il coronavirus

Ecco alcune delle terapie e dei vaccini che sono attualmente in sviluppo:

  • Remdesivir: questo antivirale fu sviluppato per i virus a RNA (come l’hRSV) ed è stato etichettato dall’OMS come il maggior candidato a sconfiggere il Coronavirus. L’azienda americana Gilead Sciences sta provvedendo ai primi test.
  • Actemra: è un anticorpo monoclonale usato per trattare le artriti reumatoidi e alcuni casi di cancro. Quindici test sparsi tra Cina, USA ed Europa su casi di Covid-19 con un buon risultato su un paziente francese affetto da cancro.
  • Jakavi: farmaco inizialmente utilizzato per alcune malattie autoimmuni. Esso sarà presto sperimentato in Canada e Messico su pazienti affetti da Covid-19 con gravi danni respiratori, i risultati sono attesi per giugno.
  • mRNA 1273: questo vaccino realizzato con RNA messaggero è pronto ad essere utilizzato su 45 pazienti statunitensi tra i 18 ed i 55 anni dal 1 giugno. I risultati sono attesi in breve tempo.
  • Kaletra: antivirale utilizzato per curare e prevenire infezioni legate all’HIV. Conta più di 20 sperimentazioni su pazienti Covid e persone ad alto rischio di contagio. I risultati sono attesi nel giro di poche settimane.
  • NVX-CoV2373: questo vaccino, realizzato dalla statunitense Novavax, conta 130 sperimentazioni negli USA, con l’azienda farmaceutica che aspetta risultati per luglio.
  • BCG: sigla per il vaccino contro la tubercolosi, che ha già dimostrato efficacia su malattie gravi con annessi problemi respiratori. Olanda e Australia stanno conducendo molti test del BCG con l’istituto tedesco Max Planck pronto a seguire questa strada anch’esso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui