fbpx

Coronavirus, bollettino 9 aprile: numeri stabili nelle ultime 24 ore

Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha reso noti i numeri dell'epidemia da Coronavirus delle ultime 24 ore

Coronavirus, bollettino 9 aprile: numeri stabili nelle ultime 24 ore. Anche oggi alle 18 si è tenuta la quotidiana conferenza stampa della Protezione Civile che ha rilasciato gli ultimi dati sulla pandemia da Coronavirus. Nell’ultima giornata si è verificato un aumento dei casi totali di 4204, 1615 contando solamente i nuovi casi attivi, portando il numero dei contagiati totali a 143.626. Salgono leggermente le morti rispetto a ieri, raggiungendo i 18.279 decessi (+610), stabili e sempre con ottimi numeri le guarigioni: 28.470 (+1979). Dei casi attualmente positivi, 64.873 sono in isolamento presso i loro domicili con lievi sintomi o asintomatici, 28.399 sono ricoverati presso una delle strutture ospedaliere. Prosegue il calo drastico dei ricoverati in terapia intensiva, ottantotto in meno rispetto a ieri, che scendono a 3605. La regione più colpita dalla pandemia di resta ancora la Lombardia, seguita da Emilia Romagna e Piemonte.

Locatelli (CSS): “Complimenti a Governo e Sanità: risultati eccellenti”

Oltre al capo della Protezione Civile Borrelli è intervenuto Franco Locatelli, direttore del Consiglio Superiore di Sanità. Locatelli ha espresso ottimismo per le notizie che sono arrivate dal bollettino odierno, con particolare riguardo al calo dei ricoveri in terapia intensiva. Locatelli ha evidenziato il successo delle misure di sicurezza decise dal Governo mostrando come in dieci regioni del Centro-Sud e nella provincia autonoma di Bolzano i morti sono stati meno di 10: “Nonostante il numero ancora alto di decessi ci sono 10 regioni nel Centro-Sud, oltre alla provincia di Bolzano, che hanno avuto meno di dieci morti nelle ultime 24 ore. È un successo importante per i Governo che sta a dimostrare l’efficacia delle misure di restrizione e la grande capacità del sistema sanitario italiano di far fronte all’emergenza”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui