fbpx

Coronavirus, ancora tanti i morti negli USA, c’è la fuga da Wuhan

Continua la serie negativa di decessi negli Stati Uniti. Intanto l'Oms Europa avverte di non allentare le restrizioni

Coronavirus, ancora tanti i morti negli USA, c’è la fuga da Wuhan. In Europa sembra che stia iniziando a stabilizzarsi la situazione, ma secondo l’Oms Europa non è ancora il momento di allentare le restrizioni. Il numero dei casi europei fino a ieri era 687.236 e, pur arrivando segnali positivi da alcuni paesi tra cui anche l’Italia, il numero continua a crescere e non è ancora arrivato il momento di riaprire. Nel frattempo anche dall’Africa non arrivano segnali positivi secondo l’Oms. Infatti sembrano aumentare di giorno in giorno i casi di contagio. L’organizzazione mondiale sanitaria avverte che hanno superato quota 10 mila i casi in Africa ed i decessi sono oltre 500. Il totale dei casi di contagio nel mondo è 1.484.811 e 88.538 sono invece i decessi.

Europa

Nella giornata di ieri è arrivato un nuovo comunicato molto simile al precedente da Downing Street, il premier del Regno Unito, Boris Johnson, “risponde ai trattamenti”. Fanno inoltre sapere come al momento non sia in grado di lavorare ma che invece sia cosciente e riesca a contattare chi voglia. Il contagio oltremanica intanto sale, ed aumenta ancor di più il tasso di mortalità. Secondo i dati della Johns Hopkins University, sono infatti 61.474 i casi totali, con un tasso di mortalità pari all’ 11,5%. Nella giornata di ieri è stato infatti segnato un record di decessi, pari a 938 nelle ultime 24 ore.

Rimane comunque la Spagna la nazione europea con più contagi totali. Sono infatti 148.220 il numero dei contagiati totali in Spagna, con il tasso di mortalità che si attesta praticamente al 10%. Nel frattempo, come riferito da France Presse il numero dei decessi totali a causa del coronavirus in Europa sono oltre 60 mila. La Germania continua ad avere un aumento dei casi di contagio, con un lievissimo aumento nel numero dei decessi. I contagi totali ufficiali sono infatti 113.296 con un tasso di mortalità del 2,07%. Chi sorprende nei numeri, in negativo, è la Francia. I casi di contagio sono 83.080 e il tasso di mortalità è il più alto d’Europa e si attesa al 13,1%.

Stati Uniti

Negli Stati Uniti a far purtroppo notizia è il numero di decessi molto vicino ai 2000 per il secondo giorno di fila. Il numero dei contagi ora sale a 432.132 e il numero dei decessi, con un incremento di 1973 morti nelle ultime 24 ore, è invece salito a 14.817. Nel frattempo il presidente Donald Trump tranquillizza i cittadini: “Abbiamo imparato molto, possiamo essere più forti di prima. Ricostruiremo il paese, questo incubo finirà presto”. E non si esime inoltre dal ringraziare tutte quelle persone che stanno aiutando per sfamare e curare tutti i cittadini in questi giorni, compreso il personale medico ovviamente.

Cina

È finito il lockdown a Wuhan, e ben 65 mila persone ne approfittano per uscire dalla città. Fuga di massa dalla città più colpita dal coronavirus. Sono esclusi al momento i collegamenti internazionali e per la capitale Pechino, secondo quanto riferito da Ansa. Sarebbero infatti circa 55 mila le persone che si sposteranno in treno e 10 mila in aereo, il tutto escludendo il trasporto su strada. Invece il numero dei contagi totali riferiti dalle autorità cinesi è stabile. Si attesta intorno 82.687 casi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui