fbpx

Come funzioneranno le riaperture per ristoranti, negozi e parrucchieri

Dal 18 maggio molte Regioni potrebbero riaprire bar, ristoranti, negozi, parrucchieri e centri estetici. Il Comitato tecnico-scientifico starebbe varando le prime linee guida, giovedì potrebbe illustrarle il Ministro della Salute Roberto Speranza

Come funzioneranno le riaperture per ristoranti, negozi e parrucchieri. Il 18 maggio il Governo guidato dal Premier Giuseppe Conte dovrebbe ulteriormente allentare le misure di contenimento dovute alla pandemia del Coronavirus. Saranno tante le attività che riprenderanno a lavorare lunedì prossimo. Tra queste, molti negozi e, almeno in alcune Regioni, anche bar, ristoranti e parrucchieri. Il Comitato tecnico-scientifico, così, avrebbe iniziato ad elencare alcune delle possibili linee guida che potrebbero regolamentare queste attività.

Tra i Governatori che, almeno al momento, sarebbero però ancora contrari alle riaperture di queste attività, ci sarebbero quelli di Piemonte e Lombardia. Secondo il quotidiano La Stampa giovedì prossimo il Ministro della Salute Roberto Speranza fornirà i primi dati sul contagio per la scorsa settimana, prima dalla fine del lockdown. Per i ristoranti sarebbe stabilito uno spazio di 4 metri quadri riferito ad ogni cliente, a meno di installazioni in plexiglass. I tavoli dovranno essere anche loro distanti 4 metri tra loro, mentre i commensali dovranno tenere una distanza di almeno un metro.

Lunedì 18 maggio molte Regioni pronte a riaprire ristoranti, negozi e parrucchieri

In attesa di una risposta dai ricercatori, per i primi tempi, visto l’avvento della bella stagione, si consiglia l’utilizzo di spazi all’aperto e di non utilizzare i condizionatori d’aria. Inoltre, saranno sconsigliati, almeno per i primi periodi, banchetti, mentre i clienti, quando non seduti al tavolo, dovranno obbligatoriamente indossare la mascherina. I titolari dovranno invece rendere disponibili prodotti igienizzanti, evitare il più possibile utensili e contenitori riutilizzabili se non igienizzati.

Per quanto riguarderebbe i negozi sotto i 25 metri quadri, invece, l’ingresso sarebbe consentito ad un solo cliente per volta. Per provare gli abiti è necessario indossare guanti e mascherine, mentre gli ambienti vanno sanificati ogni giorno. Anche bar, parrucchieri ed estetisti potranno accogliere un solo cliente alla volta (gli ultimi due previa prenotazione). Dipendenti e clienti delle suddette strutture, inoltre, dovranno obbligatoriamente indossare guanti e mascherine, mentre gli strumenti di lavoro dovranno essere costantemente sanificati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui