fbpx

Brasile, record di decessi nelle ultime 24 ore

In Brasile quasi 900 decessi solo nella giornata di ieri. Gli Stati Uniti sempre più vicini ai 100 mila morti, numeri drammatici in America Latina. Morto un lottatore di sumo in Giappone, per la prima volta nessun contagio in Thailandia e Tunisia. In Russia 10 mila positivi in sole 24 ore

Brasile, record di decessi nelle ultime 24 ore. Il Brasile ha fatto registrare il record di decessi nelle ultime 24 ore. Il Paese sudamericano, infatti, ha registrato nella giornata di ieri 881 morti, secondo quanto riferito dal Ministero della Sanità brasiliano. Sono così 12.400 i deceduti totali nel Paese, mentre i contagiati, con i 9.258 di ieri, sono saliti a quasi 178 mila.

Negli Stati Uniti, invece, la John Hopkins University avrebbe rivelato che, nelle ultime 24 ore, sarebbero stati registrati 1.894 decessi. I numeri totali, negli Usa, parlano di 1,36 milioni di contagiati e ben 82.340 morti da Coronavirus. Nel frattempo, il virologo ed esperto della task force americana, Anthony Fauci, avrebbe avvertito nuovamente il Presidente Donald Trump sulla pericolosità di riaprire tutto in questo momento delicato.

Tanti decessi in Brasile, ma in tutta l’America Latina i numeri sono drammatici

Non solo il Brasile: tutta l’America Latina, infatti, farebbe registrare numeri drammatici in questi giorni a causa del contagio da Covid-19. In meno di 24 ore, infatti, in tutto il Sud America sono stati registrati circa 20 mila contagi, con il totale salito a poco oltre 400 mila. Lo rivela una statistica elaborata dall’Ansa: i decessi, invece, sarebbero di poco superiori ai 23 mila. Dietro il Brasile, la situazione peggiore si registrerebbe in Perù, dove ci sono oltre 72 mila contagi e circa 2 mila morti.

In Messico, invece, si sono superati i 38 mila contagi, con un numero complessivo di quasi 4 mila morti. Un rapporto sicuramente molto alto guardando il numero limitato di persone positive. Con oltre 5 mila contagi anche Ecuador, Cile, Colombia, Repubblica Dominicana, Panama ed Argentina.

Giappone, anche un lottatore di sumo tra le vittime. In Tunisia, invece, nessun contagio da 3 giorni

Il Giappone ha fatto registrare nella giornata di ieri il primo lottatore di sumo a perdere la vita a causa del Coronavirus. Si chiamava Kiyotaka Suetake, in arte Shobushi, ed aveva soltanto 28 anni. Risultato positivo il 10 aprile, nove giorni dopo era stato ricoverato per complicazioni in terapia intensiva. Anche il suo allenatore ed un compagno di allenamenti sarebbero risultati positivi: Shobushi è la prima vittima tra i 20 ed i 30 anni nel Sol Levante.

In Tunisia, invece, per il terzo giorno consecutivo non sarebbero stati registrati contagi. Resta così fermo di poco sopra i 1000 il numero dei positivi totali nel Paese nord africano. Il Ministero della Sanità tunisino, inoltre, avrebbe confermato il numero dei decessi in “solo” 45 morti, mentre continuerebbe a salire giornalmente il numero dei guariti. Attualmente ci sarebbero soltanto 270 positivi in tutta la Tunisia.

Russia, oltre 10 mila casi soltanto nelle ultime 24 ore. In Thailandia nessun caso per la prima volta dal 13 gennaio

La Russia, nella giornata di ieri, avrebbe superato i 10 mila contagi in 24 ore, per un totale di oltre 242 mila positivi al Covid-19. La percentuale di pazienti positivi, comunque sarebbe in diminuzione e, quasi la metà, sarebbero asintomatici. I morti, invece, sarebbero 2.212 con i 96 delle ultime 24 ore.

In Thailandia, invece, per la prima volta dal 13 gennaio non ci sono stati casi di Coronavirus nel Paese. Secondo quanto riportato dalla Cnn i positivi nel Paese asiatico sarebbero 3.017 con soltanto 56 decessi registrati. Molto alto sarebbe il numero di guariti, per un totale di 2.814.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui