fbpx

Bansky nuova opera in memoria di George Floyd

Bansky, il misterioso artista noto per le sue opere di street art, ha voluto dedicare l'ultimo suo quadro a George Floyd, l'uomo soffocato da un agente di polizia una settimana fa negli Stati Uniti

Bansky nuova opera in memoria di George Floyd. Attento come sempre ai problemi sociali del mondo, Bansky ha realizzato un quadro in memoria di George Floyd. Sulla sua pagina Instagram – dove in segno di protesta ha cambiato l’immagine di profilo con un foto totalmente nera – ha pubblicato in anteprima la sua opera in tre scatti. Nel primo c’è un particolare dell’opera, un ritratto di un uomo nero senza volto con dei fiori e una candela accesa, come fosse un altare votivo per qualcuno scomparso; nella seconda foto si svela l’interezza dell’opera: di fianco al quadro dell’uomo misterioso, la candela brucia lentamente la bandiera americana, appesa su un muro “scarabocchiato” di bianco e nero.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

Il dipinto è sui toni bianco e nero, come un vecchio film, solo la candela e la bandiera sono colorate. Nella terza e ultima foto, l’artista ha voluto lasciare il suo pensiero sulla morte di George Floyd e sugli scontri che ne sono seguiti.

Bansky, il suo pensiero sulla morte di Floyd affidati ad un quadro e ad un post su Instagram

“All’inizio ho pensato che avrei dovuto semplicemente tacere e ascoltare le persone di colore su questo problema. Ma perché dovrei farlo? Non è un loro problema. E’ mio. Le persone di colore sono tradite dal sistema. Il sistema bianco. Come un tubo rotto che inonda l’appartamento delle persone che vivono al piano di sotto. Questo sistema difettoso sta rendendo la loro una vita sofferenza, ma non è compito loro risolverlo. Non possono. Nessuno li lascerà agire nell’appartamento al piano di sopra. Questo è un problema bianco e se i bianchi non lo risolvono, qualcuno dovrà venire di sopra e aprire la porta. Con questo messaggio Bansky affida il suo pensiero, sempre controcorrente rispetto alla “massa”. Per lui, infatti, il problema del razzismo è un problema dei bianchi che lo hanno creato, non dei neri o altre minoranze che lo subiscono.

In poche ore, il post ha raggiunto più di un milione di like e oltre 13.000 commenti. La forza e la persuasione dell’arte enigmatica di Bansky hanno colpito ancora una volta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui