fbpx

Autostrade, nuova intesa con Allianz?

Nuovo capitolo della vicenda Autostrade. L'indiscrezione de La Stampa ha fatto tremare il paese che potrebbe continuare a pagare i pedaggi ad Atlantia e ad un nuovo socio tedesco, Allianz

Autostrade, nuova intesa con Allianz? Sono passati quasi due anni dal disastroso crollo del Ponte Morandi che causò la morte di 43 persone. La revoca che era stata promessa a tutti i parenti delle vittime, per il momento, ancora non c’è stata ed Atlantia, la società che gestisce le nostre reti autostradali, è ancora li. Il decreto Milleproroghe, che il precedente governo, aveva scritto era prevista una clausola praticamente nulla in caso di revoca. Clausola che ancora non è stata esercitata.

Nelle ultime ore, invece, sarebbero uscite indiscrezioni riguardo l’ingresso di nuovo colosso finanziario all’interno di Autostrade: Allianz. Il gruppo assicurativo tedesco, secondo quanto avrebbe riportato La Stampa, si starebbe muovendo e avrebbe praticamente chiuso un accordo per rilevare il 51%, quindi la maggioranza, Autostrade. Un accordo che, secondo il quotidiano torinese, lascerebbe ad Atlantia il 49% delle azioni. La Stampa, poi, riporterebbe ulteriori dettagli riguardo l’accordo, quali: l’impegno di Autostrade a mantenere invariati i pedaggi e un piano di investimento compreso fra 2,8 e i 4 miliardi di euro.

Autostrade, Atlantia e Governo smentiscono

L’indiscrezione, come prevedibile, è arrivata immediatamente all’interno dei palazzi istituzionali e all’interno della sede di Atlantia. Le parti in causa non si sarebbero fatte attendere e avrebbe immediatamente smentito le voci riguardanti un possibile nuovo accordo. “Le notizie riportare sono totalmente infondate”, questi i comunicati dei Benetton e del Ministero delle Infrastrutture.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui