fbpx

Aumenta la vendita di biciclette: la rivincita delle due ruote

Grazie agli sgravi fiscali aumenta la vendita delle biciclette e già si fatica a rispondere alla richiesta

Aumenta la vendita di biciclette: la rivincita delle due ruote. La mobilità italiana sta subendo una grossa mutazione, grazie al boom di vendita delle biciclette. Per evitare di aumentare il traffico nelle città, lo Stato ha erogato Bonus Fiscali per la vendita di biciclette e monopattini. La scelta è nata durante la pandemia di Covid-19 per un duplice motivo: spingere più cittadini ad usare le due ruote per evitare assembramenti nei mezzi pubblici e diminuire drasticamente lo smog.

Bonus Bicicletta, come funziona e a chi spetta

Sul sito del Ministero dell’Ambiente sta per essere inserito il modulo di richiesta per il bonus bicicletta. Il bonus viene erogato come contributo pari al 60% del prezzo di acquisto e non può superare i 500 euro. Può essere gestito in due modalità: nella prima è il cittadino che andrà a richiedere il 60% della spesa sostenuta per l’acquisto del mezzo; nella seconda, invece, il cittadino pagherà all’esercente il 40% del totale e quest’ultimo richiederà il restante 60% allo stato. E’ necessario possedere un ‘identità SpId per la richiesta online.

Boom di vendita di biciclette nell’era Covid, tra voglia di evasione e di passione per lo sport

Il settore bici può essere una leva strategica anche per la ripartenza economica:ne sono convinti gli alti esponenti di Confindustria ANCMA, l’associazione di produttori di biciclette e moto. Nel 2019 sono state venute più di 1,7 milioni di biciclette, con una crescita del 7%; molto ha fatto il mercato delle bici elettriche e con pedalata assistita, con un più 13%. Oggi causa pandemia si sta incentivando ad usare di più la bicicletta, per vari motivi: innanzitutto è un mezzo che aiuta a mantenere le distanze di sicurezza; attiva il metabolismo, provato da tre mesi di inattività, e soprattutto aumenta le difese immunitarie, essenziale questo per prevenire il contagio.

Piste ciclabili in Italia, divisioni e lavori in corso

Da nord a sud le amministrazioni cittadine si stanno adorando per cambiare il tessuto della mobilità. Si deve incentivare l’uso della bicicletta ed ecco allora che, oltre al bonus, si stanno ampliando anche le piste ciclabili nelle città. A Milano e a Firenze si sta lavorando per aumentare di 23  km le piste ciclabili attuali, fino ad arrivare a 30 km entro fine anno. A Roma è stato approvato un piano straordinario per una pista ciclabile di 150 km. Discorso molto più semplice nelle cittadine pianeggianti dell’Emilia Romagna, da sempre abituate a vedere bici nelle loro città.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui