fbpx

Arresti a Salerno: abuso d’ufficio per il primario Salzano e l’infermiera D’Angelo

Arresti a Salerno: il medico Francesco Antonio Salzano e l'infermiera coordinatrice Francesca D'Angelo sono stati arrestati qualche giorno fa, poi detenuti agli arresti domiciliari per abuso d'ufficio e peculato. Verranno interrogati oggi dalla procura di Nocera Inferiore

Arresti a Salerno: abuso d’ufficio per il primario Salzano e l’infermiera D’Angelo. Hai necessità di una visita urgente? La lista d’attesa è infinita e ti tocca aspettare fino a luglio? Nessun problema. Il professore Francesco Antonio Salzano ha la soluzione. Ti farà prenotare con il metodo della lista d’attesa ma potrai usare una corsia preferenziale. Il Professore ordinario di Otorinalaringoiatria nella Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Salerno utilizzava questo metodo ma è stato scoperto. Una paziente di Poggiomarino lo ha denunciato facendo chiarezza sulle pratiche del Professore, che è anche direttore della seconda clinica dell’Ospedale Fucito di Mercato San Severino. Le accuse a suo carico sono quelle di peculato, abuso d’ufficio e falso ideologico. Arrestato con successiva detenzione ai domiciliari, Salzano aveva un assistente che lo aiutava. Infatti, è agli arresti domiciliari anche la sua infermiera Francesca D’Angelo, coordinatrice presso l’Ospedale dell’Irno.

Arresti a Salerno: la denuncia

La donna che ha smascherato le illegalità del primario e della sua assistente ha dichiarato che aveva chiamato Salzano su consiglio di uno specialista per un intervento. In base a quanto afferma Il Mattino, la donna ha raccontato alle Forze dell’Ordine che “doveva sottoporsi a ulteriori controlli e corrispondere una somma di mille euro” al Professore. In sostanza avveniva una sorta di trasformazione da ospedale pubblico a clinica privata, illegalmente. Si privilegiavano i pazienti privati sfavorendo gli altri che si iscrivevano regolarmente alla lista d’attesa. Ma non è tutto. Queste visite privilegiate generavano compensi, come è ovvio, che non venivano versati all’Azienda Ospedaliera ma erano trattenuti da Salzano.

L’indagine

L’indagine è guidata sul campo dai NAS di Salerno e coordinata dal sostituto procuratore a Nocera Inferiore, Anna Chiara Fasano. In qualità di pubblico ufficiale e di incaricato al servizio pubblico, Antonio Salzano e Francesca D’Angelo devono rispondere e difendersi dalle accuse mosse dalla procura di Nocera Inferiore oggi. Altri dettagli derivanti dall’inchiesta hanno accusato il medico dell’appropriazione di alcune apparecchiature dell’Univeristà di Salerno per sfruttarle in occasione delle sue visite private. Illegalità che si aggiunge ai predetti reati di peculato e abuso d’ufficio, considerando la programmazione di visite private senza passare per il Centro Unico di Prenotazioni e riscuotendo i compensi personalmente.

Arresti a Salerno: abuso d'ufficio per il primario Salzano e l'infermiera D'Angelo
Arresti a Salerno: abuso d’ufficio per il primario Salzano e l’infermiera D’Angelo

Inoltre, mediante un’intercettazione telefonica tra una donna e la D’Angelo, l’infermiera spiega la prassi alla donna che chiede informazioni per una visita della sorella. Da Il Mattino si legge che l’infermiera le dice di andare prima in ospedale passando dall’ufficio ticket e dall’ufficio Cup per la prenotazione. “Loro ti daranno una data, maggio, giugno, ma non fa niente, puoi venire o lunedì o giovedì, qualsiasi prenotazione ti danno“. Una volta seguite le istruzioni, la donna richiama la D’Angelo e le dice che la prenotazione è fissata per Luglio. In tutta risposta la coordinatrice le dirà che non ci sono problemi “ti ho detto non fa niente“.

Senza dubbio, in questo periodo le strutture sanitarie sono concentrate sul Covid-19 e l’usuale attesa per altre visite si prolunga ancora di più. Ma la necessità di agire con stratagemmi non sta in piedi, nè in questo caso nè in altri. In più, tali azioni possono essere individuate in una mancanza di rispetto per tutti i colleghi che lavorano ogni giorno in questo settore. Seguendo i protocolli e lavorano sul campo. Altro da aggiungere?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui