in

2 aprile, la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo

2 aprile, la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell'Autismo
2 aprile, la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell'Autismo

2 aprile, la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo. Tra le giornate ONU ufficiali, dedicate alla salute, c’è la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo, che si celebra proprio oggi, il 2 aprile. Si tratta di una giornata particolare istituita per incoraggiare le Nazioni Unite, e tutto il mondo in generale, a creare misure per sensibilizzare l’opinione pubblica. Sotto questo cappello, ogni anno si riuniscono per una maggiore collaborazione nella ricerca scientifica. Specialmente oggi, in questo 2020 poco florido, la necessità di unione nel mondo per una tematica delicata come questa è più che un dovere. Le pagine tristi di questo periodo, di cui parlava Mattarella qualche giorno fa, possono essere quantomeno colorate con iniziative solidali. Il blu è il colore che domina la giornata di oggi e tanti sono gli enti che lo hanno utilizzato.

Cosa sai sull’Autismo?

Generalmente si associa il concetto di autismo ad un disturbo mentale. Ma nello specifico sai cos’è? Si tratta di un disturbo del neurosviluppo, cioè di un disturbo, o una serie di, che si manifesta in età di sviluppo ma può permanere in età adulta. Ad esempio, si parla di disabilità intellettiva o di movimento. Tutti questi piccoli disturbi/disabilità comportano problemi e/o decifit nella comunicazione verbale e non verbale.

L’autismo venne identificato per la prima volta nel 1943, dallo psichiatra austriaco Leo Kanner. Di recente, il concetto di autismo è stato sostituito con i Disturbi dello Spettro Autistico, per inglobare i vari disturbi che possono connessi ad esso. Secondo l’Osservatorio Nazionale a capo dell’Istituto Superiore di Sanità l’autismo colpisce un bambino ogni 77, in Italia. E, in base all’ultimo rapporto ISTAT, gli alunni con disabilità nelle scuole primarie e secondarie di primo grado ammontano al 3,1% degli alunni, più di 150.000.

Un impegno costante nella ricerca

La Fondazione Autismo, che dal 2015 promuove e sostiene le attività di formazione e riabilitazione nell’ambito di questa disabilità, ha comunicato la sua #Sfidautismo20. SI torna sui balconi oggi alle 16:00 per urlare e combattere contro l’autismo, nonostante la permanenza a casa. A questo hashtag hanno collegato anche una raccolta fondi. Lo scopo è quello di realizzare programmi di ricerca, di utilità sociale e inclusione scolastica per le persone con Disturbi dello Spettro Autistico.

Anche l’ANGSA, l’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autisti, si muove verso gli stessi obiettivi. Dal 1985 difendono i diritti delle persone con autismo e delle loro famiglie. Quest’anno, più difficile del solito, hanno sottolineato più volte la necessità di impegnarsi nella ricerca scientifica. Lo studio e la determinazione possono dare una grossa mano per la scoperta di una potenziale cura universale per tutti i soggetti autistici in Italia, e nel mondo. Così come la macchina per la ricerca della cura anti-Coronavirus è partita da poco, è necessario che quella della ricerca per l’autismo sia potenziata.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Coronavirus, due le possibilità per gli esami a scuola

Coronavirus, due le possibilità per gli esami a scuola

Coronavirus, c'è chi continua a guadagnare

Coronavirus, c’è chi continua a guadagnare